Posted on

Mercerizzo

Il mercerizzo

Il mercerizzo fu inventato e brevettato nel lontano 1851 dal chimico inglese John Mercer (da cui deriva il nome) e poi migliorato da H. A. Howe. La fase di sbianca e nobilitazione delle matasse di cotone avviene con un bagno di soda caustica a bassa temperatura (10 °C) con una concentrazione di 30° Baumè. Il cotone è messo in tensione su degli appositi rulli per far sì che non si ritiri e acquisti luminosità. La soda caustica, viene sciolta in acqua e questa soluzione, trasforma la struttura del filo e fa sì di ottenere una mano migliore. Il bagno in soluzione di soda caustica dura poco, da 1 a 3 minuti, poi avviene la fase di strizzatura tramite rulli.

mercerizzo(John Mercer)

L’ultima fase, consiste in un bagno in soluzione acida, per togliere gli eccessi di soda caustica, poi, una volta strizzato si procede alla stiratura in calandra. Questo processo ha lo scopo di dare ai filati o al tessuto trattato, una maggiore brillantezza e resistenza; in caso di filato o tessuto tinto, il risultato sarà quello di avere una maggiore intensità di tono ed una superiore durata del colore. Il mercerizzo inoltre, migliora la stabilità in fase di lavaggio e ne aumenta la resistenza allo strappo. Questo avviene perché a contatto con la soda caustica le fibre si trasformano e passano dall’essere piatte al divenire cilindriche; in questo modo, riflettono meglio la luce e danno al cotone un effetto perlato, oltre che una maggior resistenza. Il mercerizzo, può essere fatto solo su filati o tessuti di cotone che abbiano subito il candeggio; non è invece possibile, mercerizzare il fiocco greggio.

soda caustica(Soda caustica)

mercerizzo(Processo di mercerizzo)

Risultati del mercerizzo

Copertura e compattamento delle fibre, che  infatti diventano più uniformi e regolari, nel caso dei filati, questo porta ad una migliore resa in fase di tessitura, che risulta più uniforme.

Riduzione dei pori più grandi, che dà più resistenza alla fibra.

Aumento del numero di micro pori, che aiuta la traspirazione e mantiene il corpo fresco ed asciutto

Allineamento della struttura cristallina della fibra, che aumenta l’elasticità e la resistenza a tutto vantaggio della mano e della durata dei capi.

Maggiore lucentezza.

I prodotti in cotone mercerizzato, hanno grandi qualità antibatteriche e sono anallergiche. Le doti igroscopiche sono molto più evidenti grazie all’aumento dei micro pori che avviene durante il mercerizzo; infatti, dopo questo processo, il tessuto, assorbe e disperde nell’aria la traspirazione in modo eccellente. Il mercerizzo, riguarda le fibre di cotone, ma non tutte le varietà si prestano bene a questo trattamento; solo le varietà a fibra lunga, come il cotone egiziano Makò, o il Sea – Island caraibico, riescono a raggiungere la giusta lucentezza, che è il pregio principale.

cotone( Cotone Makò)

cotone(Cotone Sea Island)

Alcuni prodotti che subiscono il mercerizzo

Canottiera spalla stretta – filo di scozia

Girocollo mezze maniche – filo di scozia

Pigiama – filo di scozia

Altre risorse

Articolo Wikipedia