Posted on

Pigiama

Pigiama – La storia

La parola pigiama deriva dal persiano “پايجامه pāy-jāme” ovvero, indumento per le gambe; si riferiva a dei pantaloni larghi e leggeri che erano usati sia dagli uomini che dalle donne; in occidente invece è riferita a degli indumenti per dormire, fatti da una giacca o una maglia per la parte superiore del corpo e dei pantaloni, di solito molto comodi, per vestire le gambe.  La diffusione del pigiama la si deve agli Inglesi ed alla loro presenza nel medio oriente; infatti già dal 1600 i coloni britannici di ritorno dalla Persia lo avevano introdotto in europa;  di fatto però, la diffusione in larga scala, avvenne dopo il 1870; in quell’epoca, il pigiama era un capo maschile.

Com’è fatto

Il pigiama può essere estivo o invernale, quindi le maniche ed i pantaloni possono essere lunghi o corti; in base alla stagione viene scelto anche il peso del tessuto. Di solito il pigiama, è fatto in cotone, che può essere tessuto in diversi modi; dalla tela, alla flanella oppure in jersey; se fatto con quest’ultimo materiale, il pigiama risulta molto comodo per via della naturale elasticità della maglia. Ovviamente, ci sono anche altre fibre con cui il pigiama può essere prodotto; ad esempio la seta per i capi più esclusivi ed il lino che è molto fresco in estate.

Anche i modelli del pigiama cambiano in base al tessuto scelto; se si tratta di tessuto ortogonale che è rigido, la giacca sarà molto simile ad una camicia, questo per offrire un facile utilizzo; di solito, nei modelli a maniche e pantaloni lunghi, la giacca ha un colletto che rende il pigiama più bello e raffinato, viceversa nei modelli estivi il collo tende a sparire per rendere più fresco il capo.

pigiama in tela

pigiama tela

Il pigiama in maglia invece, è decisamente più versatile poiché può essere fatto in diversi modelli, grazie alla naturale elasticità del tessuto. Infatti, può avere il collo a V oppure a polo e per finire a cardigan con apertura davanti. A differenza del pigiama in tela, spesso non c’è colletto poiché in questo caso si mira ad una grande praticità d’uso. Di fatto, il pigiama in maglia è molto più comodo da usare; per contro è meno elegante rispetto al pigiama in tela. Ovviamente esiste sia in variante lunga che corta, in base alla stagione di utilizzo.

pigiama collo a V

 

pigiama aperto cotone

La nostra produzione

La nostra azienda, crea da sempre pigiami in Jersey di filo di Scozia. Il tessuto con cui vengono fatti è realizzato nel nostro reparto di tessitura e per garantire la massima qualità del prodotto, usiamo solo filati tinti in filo, che assicurano una grande solidità del colore, sia che si tratti di tinta unita o di righe. Inoltre, i nostri filati sono di cotone egiziano doppio ritorto, con dei titoli molto sottili. Questo fa sì di avere un tessuto leggero e fresco. La grande stabilità di forma e di ritiro è dovuta ai trattamenti di mercerizzo che vengono fatti prima in filo e poi in pezza che nobilitano la fibra; anche la doppia ritorcitura del filato aiuta a rendere il tessuto molto stabile poiché annulla quasi del tutto le tensioni di tessitura.

Approfondimenti

Wikipedia

I nostri pigiami

Lunghi

Corti