Posted on

Slip

Slip – la storia

Le origini di questo capo, risalgono agli Egizi, che usavano un triangolo di tessuto chiamato Pano, che era molto simile ad uno slip; ovviamente non aveva i classici elastici come negli slip moderni, ma era avvolto tra le cosce e legato in vita. Si hanno notizie di un capo simile, anche in epoca romanica; il subligaculum, che si usava sotto la tunica. Era in voga anche tra i gladiatori e le donne.

storia dell'intimo slip(subligaculum)

Nel medio evo, soprattutto tra i Goti ed i Longobardi, ci sono tracce dell’uso di capi intimi per coprire le zone intime. In epoche successive, nel rinascimento, si inizia ad usare qualcosa di simile a delle mutande, ma sono legate solo al mondo femminile. Verso il 1600 cadono in disuso e bisogna aspettare fino al 1800 per vederle tornare sulla scena. È solo nel 1906 che lo slip appare nella sua forma moderna; ma anche stavolta la sua vendita non decolla e resta legata ad una diffusione locale.

Nel 1935 questo capo inizia a diffondersi in grandi quantità e per la prima volta assume il nome di SLIP. La Coopers Inc. infatti, inizia a vendere uno slip con l’apertura, chiamato Jockey; in poco tempo questo capo diventa popolare ed invade il mercato degli Stati Uniti. Il 1938 vede l’arrivo dello slip in Europa; in Inghilterra se ne vendono migliaia di paia alla settimana. Il boom inizia dal 1948 e raggiunge il suo picco nel 1967 quando la Francia da il via alla pubblicità dell’intimo in TV. Lo sviluppo di questo capo continua di anno in anno; dal 1960 in poi, lo slip passa dall’essere un capo di uso pratico ad un capo di moda.

La funzione dello slip

Lo slip da uomo, ha una funzione di sostegno, che lo rende idoneo anche per lo sport; oltre ad essere un capo intimo, lo slip è una barriera igenica, che isola le parti intime dagli indumenti esterni. Di recente, qualche medico ha criticato questo prodotto perché il teorico riscaldamento dei genitali poteva portare ad un calo della fertilità maschile. Questa teoria però, non è stata provata e ci sono stati degli studi che hanno affermato il contrario. In ogni caso è buona norma scegliere taglie comode e fibre naturali.

Com’è fatto

Lo slip, ha un elastico in vita che può avere diverse altezze per soddisfare ogni esigenza di vestibilità; quest’elastico può essere a vista o coperto con lo stesso tessuto con cui è fatto il capo. Anche il giro gamba ha un elastico, ma è più sottile rispetto a quello in vita e serve per dare contenimento laterale e sul gluteo. Il davanti dello slip è studiato per dare il giusto agio e può essere chiuso, oppure con una apertura laterale per favorire il confort. Di solito è fatto in cotone, ma sono usate anche le fibre sintetiche; di sicuro, queste ultime sono molto resistenti ed hanno una grande facilità di lavaggio, ma nostro avviso non sono nè igieniche nè sane.

slip medio chiuso(slip chiuso)

slip medio aperto(slip con apertura)

La nostra collezione

La nostra azienda ha una vasta collezione di slip; si va dal filo di Scozia che viene tessuto in jersey o in costina per avere pesi e consistenze diverse, fino alla pura seta per i più esigenti. La nostra gamma è ben articolata; ci sono tanti modelli, con diverse altezze e finiture. Ovviamente ci sono anche gli slip con l’apertura per chi cerca la massima praticità d’utilizzo. Visto che per noi la qualità del prodotto deve essere assoluta, al fine di tutelare la salute di chi li indossa, i nostri capi sono fatti solo in fibre naturali pregiate.

Altre risorse

Wikipedia

 

I nostri prodotti

Collezione