Posted on

Micromodal

Il Micromodal

il micromodal è una fibra artificiale molto sottile che si ottiene dalla cellulosa; è 40 volte più fine di un capello e 10.000 metri di questa fibra pesano meno di 1 grammo. I tessuti fatti di micromodal hanno qualità di gran lunga superiori al cotone; sono più forti e non si sfibrano, inoltre si ritirano meno e hanno colori molto più solidi e brillanti. Al tatto sono lisci, luminosi e soffici e se lavati in acqua ad alto tenore di calcare, sono più restii a trattenerlo tra le fibre; di conseguenza mantengono la loro naturale morbidezza.

I tessuti in micromodal si lavano e si stirano come il cotone. Un’altra dote degna di nota, è la loro capacità di assorbire la traspirazione del corpo; infatti questa fibra è circa il 50% più igroscopica, per unità di volume rispetto al cotone; in più è per natura anallergica, proprio come il cotone; quindi ha un largo impiego per gli indumenti ed i tessuti per il bagno e per la casa.

micromodal

Un po’di storia

Il micromodal è un brevetto della società austriaca Lenzing, che da sempre produce la miglior fibra disponibile sul mercato. Questa azienda, usa solo polpa di legno di faggio che arriva da foreste sostenibili, cosa molto importante per l’ambiente; in più tutti i trattamenti sono fatti in modo eco-friendly, tanto è vero che le è stato assegnato il premio Eco-Label Europeo. Le origini di questo materiale risalgono agli anni ’60, (Viscosa o Rayon). Negli anni si sono ulteriormente affinate le tecniche di produzione, fino ad arrivare all’eccellenza odierna che esalta ancora di più le doti originarie di questa fibra.

L’impiego

L’uso principale di questo materiale è nel mondo dell’intimo, sia da uomo che da donna. I capi fatti in micromodal sono leggeri, soffici e molto gradevoli al tatto; non danno allergie e sono comodi sia in estate che in inverno. Questo è dovuto al fatto che il filo di micromodal è fatto da moltissime microfibre, che trattengono aria, che funge da isolante, sia contro il caldo che contro il freddo. Nell’abbigliamento intimo, il micromodal è spesso elasticizzato con dell’elastam in misura del 6/10% che oltre a rendere il tessuto molto più resistente e stabile ai lavaggi, migliora di molto le doti di vestibilità e confort. Sempre nel settore della moda, il micromodal è unito alla lana o al cotone per migliorare la mano e la resistenza di queste due fibre naturali.

Modal e Micromodal

Il Modal ed il Micromodal sono di fatto la stessa fibra, che si ricava con lo stesso procedimento e dalla stessa base (polpa di legno di faggio). L’unica differenza che si rileva tra i due materiali, sta nelle dimensioni. La fibra di Micromodal è più sottile e molto più leggera rispetto a quella di Modal. La sua dimensione è pari a circa 6 micron; per questo motivo il Micromodal rientra nella categoria delle microfibre.
Questa caratteristica, fa sì che il tessuto in Micromodal, nonostante sia formato da una trama molto più fitta, riesca ad avere lo stessa capacità di traspirare del Modal.